Il bello del viaggiare

Ho sempre pensato che il bello del viaggiare fosse il sentirsi appagati dalla curiosità di vedere posti nuovi, di conoscere diverse culture, il cimentarsi nel parlare lingue che si conoscono appena e il farsi ispirare da persone e cose estranee alla quotidianità.

E poi a farmi capire cosa mi piacesse veramente del viaggiare, come un epiphany di Joyce, è stato un film, La donna leone, tratto dal romanzo Løvekvinnen dello scrittore norvegese Erik Fosnes Hansen, dove la giovane protagonista fa questa riflessione:

“Viaggiare è una cosa meravigliosa. Ha un tale effetto sugli esseri umani. Quando i treni o le navi sono in movimento è come se la vita di tutti i giorni scomparisse. Tutti sono pieni di gioia… diventano le persone che dovrebbero essere veramente o quelle che avrebbero potuto essere. Si sentono liberi e sono felici di ordinare un’altra bottiglia di bordeaux oltre a una coppa di gelato.”

Buon viaggio!

More from Alberto Geneletti

Sciare con i bambini è uno sport estremo

Occorre allora attrezzarsi di conseguenza. Basta una action cam attaccata al caschetto per...
Read More

Rispondi